12 maggio 2010

Pensione minima 2010: importo

Nel 2010 c'è stato un aumento della pensione minima dello 0,7%. Rispetto al 2009, dove la pensione minima era di 458,20 euro, l'importo della pensione minima 2010 è il seguente.

Novità! Leggi gli importi della pensione minima 2014.

Pensione minima 2010: 460,97 euro mensili - 5.992,61 euro annuali (qui trovate i requisiti della pensione minima)
Pensione sociale 2010: 339,15 euro mensili - 4.408,95 euro annuali
Assegno sociale 2010: 411,53 euro mensili - 5.349,89 euro annuali

Leggi anche tutte le indicazioni per il calcolo della pensione e l'estratto contributivo,l'importo della pensione sociale, la quattordicesima per i pensionati, la pensione di guerra, la pensione extracomunitari e le novità delle pensioni 2011.






44 commenti:

Anonimo ha detto...

mi chiamo galati teresa nata a reggio calabria il 17/02/1938 e res a stilo in via e toti n 66 cap 89049 stilo rc volevo sapere perche in quanto avevo una pensione mensile di euro 459.00 adesso da piu di 1 anno a questa parte che mensilmente percepisco 379.00 euro volevo sapere il perche

Fabio ha detto...

@galati teresa: non è facile risponderti senza conoscere la tua situazione pensionistica e i contributi versati. fai un controllo presso l'inps della tua zona o sul sito.

qui trovi il modo di fare l'estratto della pensione http://contrattolavoro.blogspot.com/2010/02/lestratto-contributivo-inps-e-il.html

Anonimo ha detto...

ciao saluti volevo chiedere una cosa mi matre vivi in italia prende 400 euro pensione volevo chiedere che diriti cia lei

Fabio ha detto...

@anonimo 25 giugno: ti puoi spiegare meglio, non capisco la tua richiesta

Anonimo ha detto...

ciao,
sono citadino italiano, non ho mai visuto in Italia e non ho mai lavorato in Italia. Prendero qualche pensione in Italia?

Fabio ha detto...

@anonimo 26 luglio: non penso che ti spetti nulla

Anonimo ha detto...

Egregio sig. Fabio,
sono una signora filippina regoralmente residente in italia da ormai lungo tempo. Penso di essere stata una pioniera dell'immigrazione a mio tempo. Tra una relazione andata non proprio a buon fine e una famiglia da tirare su, ho avuto modo di mietere 20 anni di contributi da lavoro dipendente. Fra un paio di anni compio 65 anni. quale crede che sia la scelta piu consona da adottare, tenendo conto che nonostante faccia difficolta ad ammetterlo, non ho piu il fisico da wonder woman e dunque la forza di lavorare per altri 15 anni? e se mai mi spetta una pensione, posso programmare di godermela tranquillamente in ritiro al mio paese di origine? Grazie sin da ora per la sua pazienza...Rosita

Anonimo ha detto...

salve mi chiamo tudor sono 7 anni che lavoro in italia in regola..volevo sapere se in un futuro io volessi tornare nel mio paese...mi viene riconosciuta la pensione ? minimo quanti anni devo stare qui x averla , e come si fa la procedura quando intendo andare via.. grazie mille in aticipo !

Fabio ha detto...

@tudor: le pensioni in italia sono una questione spinosa. con 7 anni non hai diritto a nulla.

Fabio ha detto...

@rosita: ce ne fossero come te!! comunque io ti consiglio di andare in pensione al compimento dei 65 anni di età e di goderti il tutto nel tuo paese... anche perchè qui le cose stanno cambiando (e in peggio) per i pensionati!

Anonimo ha detto...

quindi chiedo scusa signor Fabio , da quello che dice la signora rosita capisco che ci vogliono almeno 20 anni !? giusto ? grazie ancora

Fabio ha detto...

@anonimo 5 agosto: anche di più! vi conviene chiedere ai patronati.

Anonimo ha detto...

Salve, mi chiamo Halina.Sono citadina polacca. Dal 2002 al 2008 ho lavorato legalmente in Italia per 302 settimane. Ho 61 Anni. In Polonia ho lavorato circa 35 anni e sono gia pensionata. Vorrei sapere, se e quanto posso aspettarmi una pensione in Italia. La preghiamo di rispondere e vi ringrazio.

Fabio ha detto...

@halina: in questi casi, e soprattutto se già hai una pensione di un paese estero, ti conviene andare all'inps con tutti i tuoi contributi versati (anche i contratti di lavoro) e chiedere. io credo tu abbia diritto ad un minimo di pensione.

v.v. ha detto...

Ho 70 anni non ho molti contributi,mio marito ha una pensione di circa 1.000,00 euro mensili, mi spetta la pensione sociale avendo pochi contributi e avendo fatto la casalinga.
Grazie a presto.

Fabio ha detto...

@v.v.: da quello che mi dici non penso che tu ne abbia diritto. visto anche la pensione di tuo marito che non è la minima. prova comunque a chiedere a qualche patronato.

Anonimo ha detto...

ANONIMO
VORREI SAPERE UNA COSA -..
SONO DIPENDENTE DIASL PUBBLICA,IN VENETO POSSIEDO LA 104 PERSONALE CHIEDO TRASFERIMENTO PRESSO ASL DI APPARTENENZA E NON MI DANNO RISPOSTA CISA DEVO FARE

Fabio ha detto...

@anonimo 2 novembre: non dovresti avere problemi per il trasferimento, anche se dipende per quale motivo hai la 104. prova a chiedere all'ufficio del personale.

Anonimo ha detto...

Caro Fabio, mia madre ultrasessantacinquenne è stata riconsciuta invalida al 100% con difficoltà persistenti a svolgere le funzioni ed i compiti propri della sua età.....Ha diritto a una sorta di pensione? Ti faccio presente che è sempre stata casalinga.....può chiedere qualcosa?....conta il reddito di mio padre per un eventuale pensione?....Grazie.

Fabio ha detto...

@anonimo 3 novembre: certo che ha diritto ad un pensione. ha diritto alla pensione di invalidità e all'accompagno, visto che è stata riconosciuta al 100%. vai all'inps, oppure ad un patronato e fai la domanda.

Anonimo ha detto...

caro fabio mia madre ha 65 anni ma non ha contributi gli spetta quella sociale....mio padre prende una pensione minima....di 457,00euro mensile...grazie

Fabio ha detto...

@anonimo 25 novembre: visto che tuo padre prende la pensione minima, forse gli spetta qualcosa in più perché ha tua madre a carico.
prova ad andare ad un patronato o caf per chiedere meglio.

Emar ha detto...

Ho 55 anni,non ho mai lavorato perchè mamma di un ragazzo disabile,mio marito ha una pensione di € 1280,00 compresi gli assegni del nucleo familiare.
Mi spetta la pensione da casalinga?Sesi a che età?
Grazie
Emar

Fabio ha detto...

@emar: per la sua situazione le spetta l'assegno di accompagno per suo figlio ma non la pensione.

Anonimo ha detto...

buona sera mi chiamo maria antonietta, ho fatto il mio estratto conto dei miei contributi, e' ho maturato 1040 settimane di contributi, con contratto indeterminato, il mio contratto e' al turismo,vorrei chiederle quanto ho maturato ora, cioe' quanto dovrei prendere di pensione? mensilmente, il mio stipendio e di 1286,00 mensile compreso di tredicesima, e' quattordicesima, attendo sue notizie, buona sera

Fabio ha detto...

@maria antonietta: non è così semplice calcolare la pensione. ci vogliono molti più dati di quanto lei immagini. per il calcolo della pensione di anzianità le conviene andare in un sindacato o CAF dove hanno programmi aggiornati per il calcolo.

Anonimo ha detto...

ho venti anni di contributi posso chiedere di andare in pensione con anni 44 . di eta .anche con minimo di pensione .

Anonimo ha detto...

come mai i politici vanno in pensione dopo 8 mesi dicarriera e noi no'?

Fabio ha detto...

@anonimo 21 febbraio: non puoi andare in pensione con solo 20 anni di contributi.
per avere le idee un po' più chiare ti conviene andare in un caf o sindacato e chiedere informazioni.

Fabio ha detto...

@anonimo 21 febbraio: il sistema politico italiano non si può discutere sul blog...

Anonimo ha detto...

Buon pomeriggio mia madre e cittadina italiana e percepisce una pensione sociale,vuole trasferirsi qui in Venezuela con me,perderebbe la pensione o continuerebbe a prenderla vivendo fuori da la comunita europea?

Fabio ha detto...

@anonimo 28 febbraio: continuerebbe a prenderla anche fuori dall'italia.

Anonimo ha detto...

Ho lavorato in Italia dal settembre 1996. Sto valutando una proposta di lavoro in Europa, ma ho sentito che per ricevere / trasferimento di pensione si deve lavorare un minimo di 20 anni. Può confermarlo?

Fabio ha detto...

@anonimo 1 marzo: per trasferimento di pensione cosa intende?

Anonimo ha detto...

Buongiorno Fabio
Io riformulare la domanda. Dopo 15 anni di contributi in Italia si può aspettare qualsiasi forma di pensione, se dovessi lasciare l'Italia?

Qual è il requisito minimo per ricevere qualcosa al momento del pensionamento (in un altro paese della Comunità europea)?

Potete consigliarmi qualche link per chiarire questo argomento?

Grazie
Andrew

Fabio ha detto...

@andrew: con 15 anni non puoi avere nulla, ormai i requisiti sono cambiati. ti conviene parlare con un caf per avere tutti i chiarimenti.

Anonimo ha detto...

Un caf? Che cosa significa questa sigla?

Come sono cambiate le condizioni. Potrebbe essere più specifico?

Fabio ha detto...

@andrew: un caf un Centro Assistenza Fiscale, creati dai sindacati. qui possono aiutarti. le condizioni le conoscono loro... mi spiace ma non posso aiutarti oltre.

Anonimo ha detto...

ciao Fabio

mia madre percepisce la pensione di mio padre dal 1989 anno in cui mio padre e' morto, mia madre ha raggiunto 65 anni gia nel 2004, ha diritto ad altre pensioni?

quali sono i parametri per avere una pensione sociale, lei dopo la morte di mio padre ha anche lavorato qualche anno, ha diritto a qualcosa senza perdere la pensione di mio padre?

grazie

Fabio ha detto...

@anonimo 14 luglio: rivolgiti direttamente all'Inps per sapere a quale altra eventuale pensione ha diritto tua madre.

Anonimo ha detto...

si questo sicuramente, pero vivo all'estero, mia madre attualmente ha dei problemi di salute quindi prima di smuovere amici volevo magari avere qualche informazione.

saluti grazie

Fabio ha detto...

@anonimo 15 luglio: mi spiace ma non so aiutarti su questi temi.

Anonimo ha detto...

Buonasera, ho 50 anni con 28 anni di contributi, nella eventualità dovessi rimanere senza lavoro e per assurdo (??) non lo trovassi più fino all'età pensionabile che pensione prenderei?
grazie Paolo

arianna ha detto...

@paolo: su questo senti l'Inps. Comunque se non maturi tutti i requisiti non hai diritto alla pensione, almeno fino al raggiungimento della pensione di anzianità.