Stipendi pubblici - Manovra 2011-2012 - Tagli e congelamento

La manovra per il biennio 2011-2012 prevede lo stop agli aumenti degli stipendi della pubblica amministrazione per quattro anni. Il congelamento degli stipendi (ai livelli del 2009) sarà valido fino al 2013.

Inoltre saranno tagliati gli stipendi pubblici, sempre fino al 2013, superiori a 90mila euro (taglio del 5% dell'eccedenza) e gli stipendi superiori ai 130mila euro (10% dell'eccedenza)

Naturalmente sia i tagli che il congelamento dello stipendio per tutti i dipendenti pubblici andranno a colpire tutti senza alcuna distinzione.

Leggi anche la riduzione delle finestre pensione, i tagli della pensione di invalidità e alla buonuscita con la manovra 2011-2012.

, , , , ,



About Fabio

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Commenti

4 commenti :

  1. I tagli colpiscono in modo sperequativo: è del tutto incostituzionale che un collega insegnante che a parità di funzioni abbia avuto la fortuna di maturare uno scatto di anzianità lo scorso anno non si vedrà di fatto colpito dalla manovra; al contrario chi avrebbe fruito dal 2010 dell'aumento contrattuale percepirà per 4 anni uno stipendio più basso di oltre il 10% rispetto al collega più fortunato!
    Grazie per non averci messo le mani in tasca!

    RispondiElimina
  2. grazie a dei riordini, vedi tagli, la mia azienda ospedaliera ha ben pensato di mandarmi, dopo dieci anni di lavoro i n un centro antidiabetico e alla giovane età di cinquantadue anni, di nuovo in un reparto di medicina con lavoro a turnazione. Lo spostamento avverrà alla fine di quest'anno.. quindi oltre il danno anche la beffa! non solo andro' a rifarmi le dieci ore di notte ma prenderò lo stesso stipendio che prendo a fare giornata! Come è possibile tutto questo? Almeno pagatemi il dovuto! Alla faccia di chi si spaccia per quello che non aumenta le tasse! Sono sempre i soliti a pagare! Gia' ci tolgono ogni motivazione chiamandoci fannulloni e ora non ci danno nenche cio' che ci è dovuto.Spero che la gente faccia in fretta ad aprire gli occhi.

    RispondiElimina
  3. e' assurdo continuare a bloccare stipendi gia' miseri e non tagliare SUL SERIO le spese della politica compresi gli stipendi dei parlamentari.

    RispondiElimina