03 settembre 2010

Mobilità lavoro Inps - Durata e domanda

In questo post spiegheremo tutte tematiche relative alla durata e alla domanda della mobilità nel lavoro. Iniziamo con la durata dell'indennità di mobilità, che varia in relazione all'età del lavoratore:
  • fino ai 39° anni di età del lavoratore, l'indennità spetta per un massimo di 12 mesi
  • da 40 a 49 anni di età, l'indennità di mobilità arriva a 24 mesi
  • oltre i 50 anni di età, la durata sale a 36 mesi
Novità! Dal 1 gennaio 2013 arriva l'indennità di disoccupazione ASpI che andrà a sostituire la mobilità.

Diversi sono invece i limiti della durata della mobilità per i lavoratori che lavorano nelle aziende del Mezzogiorno:
  • fino ai 39° anni di età del lavoratore, l'indennità spetta per un massimo di 24 mesi
  • da 40 a 49 anni di età, l'indennità di mobilità arriva a 36 mesi
  • oltre i 50 anni di età, la durata sale a 48 mesi
L'indennità, seguendo i requisiti di mobilità, decorre dall'ottavo giorno successivo al licenziamento, se la domanda è stata presentata nei primi 8 giorni. Invece decorre dal quinto giorno successivo alla data della domanda, se questa è stata presentata dopo l'ottavo giorno. Da non dimenticare anche la retribuzione nella mobilità del lavoro.

Per ottenere la mobilità, il lavoratore deve presentare la domanda sull'apposito modulo DS 21 al Centro per l'impiego della sua zona entro 68 giorni dal licenziamento (un pò come la disoccupazione). Il Centro per l'Impiego si occuperà di trasmettere la domanda direttamente all'Inps.

Inoltre, il lavoratore deve presentare unitamente al modello DS 21 la dichiarazione del proprio datore di lavoro contenuta nel modulo DS 22 con i dati identificativi del dipendente e dell'azienda, del rapporto di lavoro intercorso e della retribuzione percepita. Entrambi i moduli sono disponibili presso le sedi Inps e sul sito dell'Istituto (www.inps.it), nella sezione "moduli".