Contratto Scuole Materne FISM 2010-2012 - Scarica la tua copia

Il Contratto Scuole Materne dell'FISM 2010-2012 (Federazione Italiana Scuole Materne) è utilizzato dalle scuole private non statali per il personale addetto ai servizi all'infanzia e alle scuole dell'infanzia non statali.

Questo contratto è scaduto ormai da tempo e si è in attesa del rinnovo 2013-2015 per il quale si stanno avviando le trattative da parte delle organizzazioni sindacali dopo l'accordo ponte che ha portato agli ultimi aumenti retributivi di settembre 2012.

Oltre a questo contratto, per le scuole non statali esiste anche il contratto Aninsei. Ricordiamo anche il contratto della scuola (comparto pubblico).

Scarica il testo del contratto Scuole Materne FISM

, , ,




Share on Google Plus

About Fabio

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Commenti
    Facebook Comment

10 commenti :

  1. Ciao ho bisogno di alcume informazioni..
    Quest anno mi hanno assunta in un asilo nido con contratto part time a tempo determinato fism, quindi il 30 di giugno mi è scaduto il contratto.(scusate la ripetizione) La mia titolare mi ha detto che a settembre mi rivogliono, premetto che li non sto sostituendo nessuno. Il 10 di settembre firmerò il nuovo contratto, però ancora non so di che tipo:-)
    Volevo sapere, dato che è il primo anno che lavoro, se ho diritto alla disoccupazione in questi due mesi, se mi danno il licenziamento di Quest anno(il tfr ce l ho in azienda) e quanti contratti determinati mi possono fare, dato che ci sono questi due mesi di stacco estivo.
    Spero che qualcuno mi risponda grazie

    RispondiElimina
  2. @anonimo 4 luglio: certo che hai diritto alla disoccupazione. fai la domanda ma devi avere altri contributi nel biennio precedente.
    se hai dubbi senti l'inps.

    RispondiElimina
  3. Il prossimo concorso statale del 17/18 dicembre rientra nei permessi studio oppure bisogna prendere un giorno non retribuito?

    RispondiElimina
  4. @anonimo 10 dicembre: non puoi prendere permessi studio per un concorso.

    RispondiElimina
  5. salve,lavoro come educatrice in un nido sto sostituendo una collega che è in infortunio,mi scade il contratto al suo rientro.Lavoro nella struttura da più di un anno.Ho appena scoperto di essere in attesa del secondo figlio ma sono preoccupata perchè non sò ad esempio,posso andare da subito in astensione visto che è considerato lavoro a rischio ed io nn sto per niente bene? dopo la fine del contratto sono tutelata?

    RispondiElimina
  6. @aninimo 4 gennaio: puoi andare in facoltativa e l'inps ti paga fino al primo anno del bambino.

    RispondiElimina
  7. Buongiorno,
    sono la titolare di un micronido privato; dato che è considerato lavoro a rischio, come è prevista la sostituzione della titolare (io lavoro effettivamente come educatrice) in caso di gravidanza?
    Il costo di una sostituta (con qualsiasi tipo di contratto) è sicuramente più alto rispetto al mio "compenso", esiste una forma di tutela per l'impresa in questo senso?
    Le microattività come la mia non hanno risorse per il personale!
    Grazie

    RispondiElimina
  8. @ester: ti consiglio di rivolgerti ad un consulente del lavoro.

    RispondiElimina
  9. Buongiorno! Io avrei urgentemente bisogno di qualcuno che mi consigli su come comportarmi a lavoro! Sono un'educatrice della scua dell'infanzia in una scuola di suore ormai da 8 anni lavoro fissa in quest'istituto con un regolare contratto a tempo indeterminato! Sono rientrata a lavoro il 16 di febbraio a seguito di una maternità e la direttrice mi ha detto che appena mio figlio compirà un anno ( ovvero il 2 ottobre) mi licenzieranno perché il mio diploma non va più bene! Io ho conseguito il diploma nel 2005 al liceo socio psicopedagogico e loro mi hanno assunto nel 2008 con questo diploma , e' possibile che ora non vada più bene?? Possono mandarmi via così come se niente fosse?? Grazie in anticipo

    RispondiElimina
  10. @anonimo 15 luglio: rivolgiti immediatamente ad un sindacato.

    RispondiElimina