Orario di lavoro dei dirigenti - Tutte le informazioni

Nel caso di dirigenti pubblici, privati o di enti locali, l'orario di lavoro è regolamentato dal D.Lgs. n.66/2003. In particolare il decreto fissa l'orario di lavoro in 40 ore settimanali.

Queste 40 ore settimanali sono legate al normale orario fissato anche per gli altri dipendenti. Ma per i dirigenti ci sono possono essere anche delle contrattazioni che di solito stabiliscono una durata inferiore.

Per i dirigenti, sia nel settore pubblico sia in quello privato, è previsto un orario "multiperiodale", cioè la possibilità di fare normalmente più o meno ore durante una giornata purché la media poi sia di 40 ore settimanali.

Questo permette ai dirigenti e al proprio lavoro una maggiore flessibilità, elemento fondamentale per affrontare le varie esigenze produttive. Ma accanto all'orario "multiperiodale" va segnalato anche il limite di ore che si dovrebbero lavorare in 1 giorno, cioè 13 ore.

Il fatto che il personale dirigenziale non abbia un orario prestabilito, come gli altri nel settore direttivo, fa si che nei loro confronti non si possa parlare di "lavoro straordinario" a meno che nel contratto non si specifichi un tetto massimo dell'orario lavorativo.

Questo ha spesso portato i dirigenti ad orari di lavoro massacranti. Tuttavia è bene sapere che, anche in assenza di un orario massimo di lavoro, il dirigente ha diritto alla maggiorazione del compenso, remunerazione a forfait o riposi compensativi nel caso in cui si superi il normale orario di lavoro.

Leggi il contratto dirigenti scolastici e il contratto dirigenti del commercio.

, ,



About Fabio

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Commenti

0 commenti :

Posta un commento