Permessi studio nella Pubblica Amministrazione

I permessi per studio sono un diritto dei lavoratori anche della Pubblica Amministrazione per valorizzare e migliorare il servizio pubblico con personale sempre più competente.

Le 150 ore di permessi retribuiti sono riconosciuti nel limite del 3% del personale in servizio (per ogni anno) nell'amministrazione, per la partecipazione ai corsi universitari e post-universitari che si svolgono durante l'orario di lavoro.

I congedi per la formazione sono utilizzabili anche per il conseguimento di titoli universitari o per la partecipazione ad attività formative e possono essere accordati ai lavoratori con anzianità di servizio di almeno 5 anni per un massimo di 11 mesi nell'arco della vita lavorativa. Durante il periodo di congedo il dipendente conserva il posto di lavoro e non ha diritto alla retribuzione.

Per i lavoratori che richiedono permessi studio, sono previste delle agevolazioni relative all'orario di lavoro, come per esempio turni che agevolino la frequenza delle lezioni. In più sono previste 8 giornate di permesso retribuito per sostenere gli esami del corso universitario.

Per chi volesse approfondire ancora di più la disciplina di studio, è prevista l'aspettativa per il conseguimento del dottorato di ricerca.

Leggi le informazioni riguardo i permessi studio nel CCNL Commercio o scarica la circolare ufficiale.

, , , ,



About Fabio

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Commenti

0 commenti :

Posta un commento