Decreto Monti - Contanti, cosa cambia per pensioni e stipendi

Il Decreto Legge Monti (o Salva Italia) contiene una norma che limita l'uso dei contanti e che colpisce soprattutto pensioni e stipendi.

L'articolo 12 della Legge n.241/11, riduce da un importo pari o superiore a 2.500 euro ad un importo pari o superiore a 1.000 euro il limite di circolazione di denaro contante. Riassumendo:
  • è vietato il trasferimento di denaro contante tra soggetti diversi per importi pari o superiori a 1.000 euro
  • assegni bancari e postali emessi per importi pari o superiori a 1.000 euro devono recare l'indicazione del nome o della ragione sociale del beneficiario e la clausola di non trasferibilità
  • il saldo dei libretti di deposito bancari o postali al portatore non può essere pari o superiore a 1.000 euro; i libretti con saldo pari o superiore a € 1.000 euro devono essere estinti ovvero il loro saldo deve essere ridotto a un importo inferiore a 1.000 euro, entro il 31 marzo 2012
  • il divieto di utilizzare denaro contante per i pagamenti, pari o superiori a 1.000 euro, da parte delle Pubbliche Amministrazioni (compresi stipendi, pensioni e altri compensi)
Le sanzioni per chi viola l'articolo 12 della Legge Monti sono:
  • per importi compresi tra 1.000 e 50.000 euro: sanzione dall'1% al 40% dell'importo trasferito con un minimo di 3.000 euro
  • per importi superiodi a 50.000 euro: sanzione minima aumentata di cinque volte
Leggi gli incentivi all'assunzione del Decreto Monti.

, , , , , , ,



About Fabio

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Commenti

0 commenti :

Posta un commento