Cure termali Inps - Come funziona

Le cure termali a scopo terapeutico sono riconosciute come uno strumento utile per la tutela della salute e attualmente sono regolamentate dall'Inps "temporalmente" per evitare gli abusi che erano diventati la norma nel passato.

Bisogna sottolineare che  le cure termali possono essere fruite dal lavoratore dipendente al di fuori delle ferie annuali esclusivamente per la terapia o la riabilitazione di affezioni o stati patologici (articolo 16 della Legge n.412/91). In poche parole, solo in casi eccezionali il congedo termale potrà essere preso al di fuori delle ferie.

Ci sono dei requisiti che è necessario soddisfare per poter effettuare le cure termali, come anche una serie di patologia ammesse per la riabilitazione:
  • malattie reumatiche
  • malattie delle vie respiratorie
  • malattie dermatologiche
  • malattie ginecologiche
  • malattie ORL
  • malattie dell'apparato urinario
  • malattie vascolari
Per quanto riguarda la durata del permesso, il congedo non può essere superiore a 15 giorni l'anno e la richiesta va effettuata attraverso: patronati, contact center (803.164), servizi online Inps.

Nel caso il congedo termale non sia fruito durante il periodo feriale, il trattamento economico è equiparato a quello della malattia comune.

Sul blog trovate l'elenco aggiornato delle strutture termali convenzionate per il 2013.

, , , ,



About Fabio

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Commenti

0 commenti :

Posta un commento