Interdizione per maternità - Come funziona

Secondo la legge n.35/12 l'interdizione è prescritta alle lavoratrici in maternità nello svolgimento di lavori che possano nuocere alla gravidanza.

Esiste un divieto per tutti i lavori in cui si viene esposti ad agenti e situazioni pregiudizievoli fino a sette mesi dopo il parto. L'individuazione dei rischi è portata avanti in base al D.Lgs. n.151/01 dal datore di lavoro che dovrà anche indicare e adottare le misure per eliminare il rischio.

Nel caso in cui non ci siamo situazioni tali da prevedere l'interdizione, la Direzione Territoriale del Lavoro (DTL) può disporre lo spostamento della lavoratrice ad altre mansioni. Naturalmente, in questo caso, le condizioni di lavoro o ambientali devono comunque essere rischiose per la salute della madre.

Se la lavoratrice non può essere spostata ad un altra mansione, scatta il provvedimento legato alla gravidanza a rischio (ispettorato) che porta all'astensione dal lavoro.

, , , , , , ,



About Fabio

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Commenti

2 commenti :

  1. volevo sapere se si va in anticipata la retribuzione al 100% fino a quando deve essere calcolata??

    RispondiElimina
  2. @ anonimo 22 dicembre: e' l'80% della retribuzione calcolata su tutti i giorni del mese. Questa retribuzione vale in anticipata ed in obbligatoria.

    RispondiElimina