Contratto Bancari - Rinnovo 2015-2018

E' stato firmato il 31 marzo 2015 l'ipotesi di rinnovo del Contratto Bancari scaduto lo scorso anno. Dopo mesi di confronti tra sindacati e ABI si è finalmente arrivati ad un accordo che sembra mettere d'accordo entrambe le parti.

Il nuovo CCNL prevede una durata quadriennale, fino al 31 dicembre 2018, e per ritenersi valido dovrà essere approvato dalle assemblee dei lavoratori entro il 15 giugno di quest'anno.

Sono molti i temi caldi discussi durante il confronto tra sindacati e l'Associazione Bancaria Italiana che hanno portato, pochi giorni prima della firma del rinnovo, ad una rottura e alla proclamazione dello sciopero.

Vediamo più in dettaglio le novità introdotte dal nuovo testo:
  • aumento minimi tabellari: l'aumento medio è di 85 euro lordi per un IV livello (terza area professionale) da suddividere in tre tranches:
  • giovani assunti: la retribuzione di ingresso per i neo assunti sale dell'8%, con la penalizzazione ridotta dal 18% al 10% per il salario d'ingresso
  • inquadramento del personale: entro il 2016 un cantiere di lavoro specificatamente istituito dovrà definire un nuovo schema di classificazione del personale legato soprattutto ai cambiamenti del mercato e tecnologici che hanno cambiato fortemente il settore bancario
  • Fondo per l'occupazione: è stata prolungata la sua attività fino al termine dell'attuale rinnovo (dicembre 2018)  che deve favorire la rioccupazione, la riqualificazione professionale e l'ingresso dei giovani nel mondo del lavoro
Scarica il testo del rinnovo del Contratto Bancari 2015-2018 e leggi le informazioni sul preavviso dimissioni e licenziamento e le ferie.


[Aggiornamento del 14/07/2015] E' stato approvato dalle assemblee dei lavoratori, con il 96% di voti favorevoli, il testo del rinnovo che trovate sopra che ora sarà sottoscritto ufficialmente. 

, , ,



About Fabio

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Commenti

0 commenti :

Posta un commento