Bonus bebè 2015-2017 - Come ottenere l'assegno di 80 euro

Hanno preso il via le domande per l'assegno a sostegno della natalità per ogni figlio nato o adottato tra il 1 gennaio 2015 e il 31 dicembre 2017. Questo bonus bebè è riconosciuto alle famiglie fino al terzo anno di vita del bambino per un importo pari a 80 euro mensili.

Requisiti
Per richiedere l'assegno è necessario soddisfare determinati requisiti:
  • cittadinanza italiana e residenza in Italia
  • il figlio (naturale o adottivo) deve risiedere con il genitore che effettua la domanda
  • l'ISEE del nucleo familiare non deve superare i 25.000 euro
Domanda
Per poter ottenere l'assegno è necessario presentare una Dichiarazione Sostitutiva Unica in cui sono riportati i redditi e lo stato familiare. Questa dichiarazione deve essere presentata ogni anno per poter continuare ad usufruire del bonus bebè fino ai tre anni di vita del bambino.

La domanda per ottenere il beneficio va fatta entro 90 giorni dalla nascita oppure, in caso di figlio adottivo, dall'ingresso nel nucleo familiare. Visto che il decreto è stato approvato il 27 aprile 2015, per i nati dal 1 gennaio fino a tale data il termine ultimo di presentazione della domanda è il 27 luglio.

Se non si rispettano i 90 giorni previsti dal decreto, l'assegno viene concesso a partire dal mese in cui si effettuata la domanda ed i mesi antecedenti devono essere considerati persi.

L'invio delle domande deve essere effettuato online al seguente percorso:  Servizi per il cittadino - Autenticazione con PIN - Invio domande di prestazioni a sostegno del reddito - Assegno di natalità - Bonus bebè.

Importo
Due sono le tipologie di assegno previste dal decreto:
  • per un ISEE non superiore ai 25.000 euro: 960 euro (80 euro al mese per 12 mesi)
  • per un ISEE non superiore ai 7.000 euro: 1.920 euro (160 euro al mese per 12 mesi)
Come già specificato il bonus bebè è concesso fino ai tre anni di età del bambino o fino a tre anni dall'ingresso in famiglia per i figli adottivi. Quindi il limite massimo di erogazione dell'assegno è di 36 mesi, salvo il mantenimento dell'ISEE sotto la soglia indicata. 

Il pagamento dell'assegno viene effettuato dall'Inps in singole rate mensili, in modo diverso rispetto a quanto accade per i voucher baby sitter che spettano alle madri lavoratrici in sostituzione del congedo parentale. 

, , ,



About Fabio

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Commenti

0 commenti :

Posta un commento