Come prosegue la trattativa per il rinnovo Metalmeccanici 2016 [AGGIORNATO]

Il rinnovo del CCNL Metalmeccanici 2016
Dopo l'avvio dei primi dialoghi e la presentazione delle ipotesi di piattaforma di rinnovo per il CCNL Metalmeccanici 2016-2018, la trattativa entra nel vivo con gli incontri programmati tra sindacati e Federmeccanica.

Nel primo confronto del 5 novembre 2015 sono emerse con forza le posizioni di Confindustria, già in parte anticipate durante l'estate, che vuole un contratto senza aumenti retributivi. Di più, chiede la restituzione di 75 euro che derivano dalla differenza tra l'inflazione prevista e quella reale (5,9% contro il 2,2%) per il triennio del precedente rinnovo.

Naturalmente con queste affermazioni non si può non immaginare una continuazione della trattativa in salita. Forti dubbi anche sulle richieste di introduzione di un salario minimo di garanzia e aumenti legati solo alla produttività e al contratto aziendale: verrebbe così meno un livello di contrattazione, quello nazionale.

Per i sindacati, da una parte c'è la Fiom Cgil che è arrivata al tavolo della trattativa insieme alle altre sigle presentando la sua piattaforma in modo indipendente. La Uilm Uil è la più positiva, nonostante la richiesta iniziale di Federmeccanica, si aspetta una trattativa serrata ma con un obiettivo comune e definito. La Fim Cisl invece è preoccupata e si aspetta un rinnovo molto complicato per il prossimo triennio.

Per chi è interessato sul blog è pubblicata la piattaforma del nuovo contratto metalmeccanici proposta da Fim e Uilm. Nel frattempo la data del prossimo incontro è fissata per il 4 dicembre.


[Aggiornamento del 28/11/2016] Finalmente è arrivato il rinnovo 2016-2019 dei Metalmeccanici.

[Aggiornamento del 16/03/2016] La trattativa per il rinnovo si è fermata e i sindacati parlano di sciopero unitario.

[Aggiornamento del 26/02/2016] Si sono chiusi tutti gli incontri preliminari previsti tra sindacati e Federmeccanica. Mentre sui temi come orario di lavoro, formazione, assicurazione sanitaria, si sono trovati elementi di incontro, il vero problema per il rinnovo è la retribuzione e gli aumenti contrattuali. E' qui che si gioca la partita ed è qui che le posizioni sono più distanti tanto che da parte dei sindacati si inizia a parlare di sciopero.
I prossimi incontri saranno il 2 e 9 marzo, durante i quali si cercherà di concretizzare in forma scritta quando discusso a febbraio. Il vero 2° round della trattativa ci sarà il 15 marzo quando capiremo finalmente cosa accadrà ai lavoratori metalmeccanici.

[Aggiornamento del 29/01/2016] Nell'incontro a porte chiuse che si è svolto il 28 gennaio sono stati pianificati una serie di incontri che affronteranno tematiche specifiche: retribuzione, welfare, formazione, organizzazione del lavoro.
Le date sono fissate per il 5, 10, 24 e 25 febbraio per arrivare al 15 marzo, data in cui è fissata la riunione plenaria, con l'obiettivo di rinnovare il contratto scaduto. Per ora tra sindacati e Federmeccanica c'è la volontà di non rompere la trattativa ma i temi caldi, primo su tutti la retribuzione, fanno venire qualche dubbio sul possibile accordo tra le parti nel breve periodo.

[Aggiornamento del 22/01/2016] E' stato un incontro breve e come ci si aspettava non definitivo. Da una parte Federmeccanica ribadisce i suoi punti: retribuzione variabile, welfare, diritto alla formazione, assicurazione sanitaria integrativa per lavoratori e familiari e salario minimo di garanzia.
Questo ultimo punto è quello più innovativo per l'associazione datoriale ma che porterebbe a nessun aumento retributivo per il 95% dei lavoratori metalmeccanici. I sindacati fanno muro su questa proposta per loro inaccettabile.
Per ora è stato fissato il prossimo incontro con delegazioni ristrette il 28 gennaio per poi pianificare una serie di incontri a febbraio dove discutere i singoli punti. Ci sembra chiaro che per ora si vogliano affrontare gli altri problemi "risolvibili" accantonando quello che per ora sembra "non risolvibile", cioè gli aumenti salariali. Quindi se da una lato ci sono segnali positivi dall'altro, sul lungo termine, la prospettiva di un rinnovo a breve sembra allontanarsi.

[Aggiornamento del 23/12/2015] Come preannunciato nessun rinnovo entro l'anno. La proposta di Federmeccanica prosegue sulla linea di quella presentata ad inizio dicembre con alcune novità: ribadito il no agli aumenti retributivi, questi dovrebbero spettare solo ai lavoratori sotto il minimo contrattuale (5% del totale) e dal luglio 2017. Tra le novità proposte da Confindustria c'è un'estensione sul welfare, con l'assicurazione sanitaria integrativa con copertura al 100% estesa anche ai familiari.
I sindacati hanno bocciato la proposta, intimoriti soprattutto sul tema delle retribuzioni e sulle possibili conseguenze in termini di ritorno di immagine verso i lavoratori. Il prossimo incontro è fissato per il 21 gennaio 2016.

[Aggiornamento del 07/12/2015] L'incontro del 4 dicembre non ha dato i segnali positivi che alcuni si aspettavano. Le posizioni di Federmeccanica si sono fatte ancora più marcate: sopra il salario minimo di garanzia individuale non ci devono essere aumenti se non quelli previsti a livello aziendale. In questo modo, secondo i sindacati, solo il 5% dei lavoratori metalmeccanici avrebbe un aumento retributivo dal rinnovo del CCNL.
Nonostante la volontà di Federmeccanica e dei sindacati sia quella di rinnovare entro l'anno, il prossimo incontro è fissato per il 22 dicembre. Noi non crediamo che, viste le posizioni, con un solo incontro o al massimo due, entro l'anno si riesca nell'impresa di avere un nuovo contratto.

, , ,



About Fabio

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Commenti

3 commenti :

  1. Di questo passo, viste le posizioni così distanti, mi sa che nemmeno il 21 gennaio si arriverà a concludere qualcosa...

    RispondiElimina
  2. be quindi che si dice? abbiamo concluso qualcosa oggi?

    RispondiElimina
  3. Trattative arenate e probabile sciopero il 20 Aprile...

    RispondiElimina