Contratto Terziario - Sospesi gli aumenti previsti dal 1 novembre 2016

Aumenti Contratto Commercio
Mentre stavamo scrivendo il post relativo agli aumenti del CCNL del Terziario previsti dal 1 novembre 2016 è arrivata la notizia che l'erogazione della quarta tranche è stata sospesa.

La decisione è stata presa all'unanimità tra Confcommercio e i sindacati Filcams–Cgil, Fisascat–Cisl, Uiltucs–Uil. Le motivazioni sono legate all'andamento economico ancora incerto e alle difficoltà economiche in cui versano molte aziende del settore del commercio.

Quindi niente aumenti retributivi dal 1 novembre, restano validi invece quelli già erogati dal 1 luglio 2016. L'intenzione dei sindacati e di Confcommercio è quella di incontrarsi di nuovo a dicembre per decidere quando concedere ai lavoratori l'incremento salariale.

Ricordiamo che l'aumento medio lordo previsto per questa tranche sospesa è di 16 euro per un IV livello.

, , , ,



About Fabio

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Commenti

36 commenti :

  1. I contratti sono fatti per essere rispettati..... già si sono fatti fregare per la malattia e l'indennità di vacanza contrattuale e noi in silenzio e pure a dargli i soldi a questi incompetenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto fanno schifo rappresentano i lavoratori dicono....bella rappresentanza...io almeno non gli ho mai dato il becco di uno spiccio ma figuriamoci chi dalla busta paga si fa detrarre dei soldi da dare al sindacato...e questo che fa glo blocca gli aumenti

      Elimina
    2. I sindacati nn contano nulla, pensano solo alle loro tasche, chissà quali accordi ci sono sotto tra grandi aziende e sindacati.

      Elimina
  2. Scandalosi, non ci sono parole.. le loro firme valgono come le mille lire.

    RispondiElimina
  3. ma a quando è stato rimandato qs aumento???
    ricordo che ci sarebbe stato anche quello di Agosto 2017 per non parlare dell'una-tantum di novembre 2017... che tristezza..

    RispondiElimina
  4. I contratti secondo la legge vanno rispettati in entrambi i lati ..scandaloso è dire poco..ancora ci sono persone che si ostinano a pagare quote per la tessere sindacale?Mandateli a quel paese ai sindacalisti e sindacati ...ditegli che fin quando vanno a braccetto così sono inutili...in particolare questi del settore commercio che per rinnovare hanno aspettato 5 anni dall'ultima firma e diluito la miseria in 3 anni e poi d'accordo a sospendere anche questa miseria....non ci sono parole Questa è l'italietta ..SVEGLIAAAAAA !!!! Usate la vostra TESTA non fatevi abbindolare che ormai sono tutti politicizzati = venduti = renziati

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Poi mi spieghi cosa c' entrano i sindacalisti con Renzi. Lo " sveglia " maiuscolo è da grillino professionista. Bravo.

      Elimina
  5. Se un'azienda è in difficoltà può accedere ad altri strumenti tipo la CIG... Non vedo perché occorra sospendere gli aumenti a tutti...scandaloso.....

    RispondiElimina
  6. Bene allora sospendiamo anche pagamento IRPEF, addizionali regionali e comunali fino a quando le famiglie usciranno dalle attuali difficoltà economiche...

    RispondiElimina
  7. Senza parole! E' un contratto di lavoro che va a rilento rispetto ad altre tipologie. E loro cosa fanno?sospendono gli aumenti!

    RispondiElimina
  8. Pazzesco, a noi ci sospendono 16 euro e loro non ne vogliono sapere di abbassarsi gli stipendi milionari...sono sempre più convinta che serva una sommossa popolare...Non se ne può più!

    RispondiElimina
  9. E' stato inoltre stabilito di incontrarsi entro e non oltre il 5 dicembre 2016 per ridiscutere una diversa decorrenza dei prossimi aumenti contrattuali previsti dal Contratto. Non trovo nessuna notizia di questo incontro.

    RispondiElimina
  10. Si sa nulla dell'incontro? Come al solito tutto tace !!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @anonimo 15 dicembre: non si sa ancora nulla.

      Elimina
  11. @Arianna ma l'incontro c'è stato almeno? E' vero che è stata sospesa anche la tranche di agosto 2017?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @anonimo 15 dicembre: non appena avremo notizie vi aggiorneremo.

      Elimina
  12. Vergogna perché nel commercio tutto e in crisi io lavoro in Gross market dove il fatturato
    e sempre in aumento ma quale crisi ...però niente tranche di misIri 16 euro

    RispondiElimina
  13. Mi sembra di aver sentito che l'aumento verrà dato dalla retribuzione di dicembre ma che entro gennaio, previo un nuovo confronto con i sindacati, si deciderà se mantenere o meno le stesse tempistiche per gli altri aumenti retributivi e le tranches una tantum.

    RispondiElimina
  14. Personalmente nella retribuzione di dicembre non ho avuto i 16 euro

    RispondiElimina
  15. Siamo al 16 Gennaio e non si sa assolutamente nulla. Dopo aver aspettato per due anni il rinnovo del contratto, aver firmato un contratto nuovo che non ha previsto indennità di vacanza contrattuale, aver accettato un peggioramento di molte condizioni a partire dagli straordinari, il tutto in cambio di 4 soldi diluiti in tre anni.......... hanno fatto che sospendere nottetempo un misero aumento nascondendosi.

    Che dire..... chi paga ancora una tessera di iscrizione ad un sindacato rasenta il masochismo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più che altro è l'unico contratto, tra quelli rinnovati (sul sito ne leggiamo parecchi con aumenti vari) che abbia abbia previsto un simile blocco con spiegazioni che sono al limite del risibile (se ai dipendenti non si da qualche soldo in più come si pretende che poi questo si tramuti in consumi????) tipo che i consumi sono al palo o che il PIL effettivo è inferiore a quello previsto (0,1%??????), cioè Confcommercio adesso si preoccupa di un dato che abbraccia tutte le discipline e non quelle del settore, basta portare acqua al proprio mulino con la partecipazione di sindacati INESITENTI.........

      Elimina
  16. Ancora nulla sulla famigerata data del comunicato "presa per il culo non oltre il 5 dicembre 2016" per decidere la nuova tempistica di erogazione degli aumenti previsti dall'accordo 2015-2017......

    RispondiElimina
  17. Pezzi di merda........i sindacati peggio dei politici

    RispondiElimina
  18. Non ci sono novità? E' uno scandalo, anzi una ver presa per il culo.

    RispondiElimina
  19. No so se considerarla una presa in giro o una truffa vera e propria. Però personalmente mi sento derubata.

    RispondiElimina
  20. ma qualcuno conosce l'indirizzo mail dei nostri segretari nazionali CGIL CISL e UIL cosi da scrivere e protestare??

    RispondiElimina
  21. Incontro tra le parti "entro e non oltre il 5 dicembre 2016"

    Buffoni!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  22. E ora che il PIL 2016 è stato confermato dall'ISTAT in rialzo rispetto alle previsioni... che scuse rimangono per non rispettare il contratto???

    RispondiElimina
  23. Infatti tutte scuse con la complicità dei sindacati.
    La verità è che l'unico contratto che è stato bloccato è il nostro mentre quello di federdistribuzione o altre costole del CCNL Commercio vanno tranquillamente avanti........

    RispondiElimina
  24. Riporto il comunicato di Confocommrcio: "Confcommercio, Filcams–Cgil, Fisascat–CISL, Uiltucs–UIL hanno condiviso di sospendere l'erogazione della tranche di aumento contrattuale prevista per il mese di novembre dal CCNL del Terziario, Distribuzione e Servizi del 30 marzo 2015. Le Parti, infatti, in virtù di consolidate e positive relazioni sindacali e delle analisi congiuntamente svolte, alla luce dell'ancora incerto andamento economico, hanno maturato tale decisione, concordando di rivedersi entro i primi del mese di dicembre per definire una nuova decorrenza degli aumenti contrattuali".
    Bene ad oggi con queste notizie certificate dall'ISTAT (e copiate da sole 24 ore): "Nel 2016 l'Azienda Italia è cresciuta dello 0,9%" e "Commercio estero: "balzo" delle esportazioni nel 2016", cosa aspettano a far ripartire il contratto?????

    RispondiElimina