HOME PAGE

Cosa prevede il Decreto Dignità sul lavoro

Consiglio dei ministri
Il 2 luglio 2018 è stato finalmente approvato dal Consiglio dei Ministri il Decreto Dignità che si è portato dietro fiumi di parole e anche tante critiche.

Sono diverse le misure presenti nel primo vero provvedimento del nuovo Governo, molte concentrate sul mondo del lavoro con l'obiettivo esplicito di smantellare il Jobs Act per garantire la stabilità del lavoro, soprattutto per i giovani.

Nonostante le intenzioni, molti dei provvedimenti presenti nel decreto sembrano più un ritorno al passato che uno passo verso il futuro. Vediamo in dettaglio i principali punti del Decreto Dignità:
  • Contratti a tempo determinato
    • viene ridotta la durata massima dei contratti a termine, non più 36 ma 24 mesi e anche le possibili proroghe, da 5 a 4
    • a partire dal secondo rinnovo il costo contributivo sale dello 0,5% per le aziende
    • con contratti oltre i 12 mesi devono essere presenti le causali, prima non previste

Continua a leggere...»
Contratto Operai Agricoli e Florovivaisti
A sei mesi dalla scadenza viene rinnovato il Contratto degli degli Operai Agricoli e Florovivaisti per il quadriennio 2018-2021.

Il nuovo CCNL è stato siglato il 19 giugno 2018 da delle associazioni datoriali Confagricoltura, Coldiretti, Cia e i sindacati Fai-Cisl, Uila-Uil, Flai-Cgil. L'accordo coinvolge circa 1 milione di lavoratori ed valido dal 1 gennaio 2018 al 31 dicembre 2021.

Tra le novità da segnalare nel testo del rinnovo:
  • Aumenti dei minimi retributivi: sono previsti degli incrementi retributivi percentuali in due tranche:
    • Dal 1 luglio 2018: + 1,7% (percentuale maggiorata a copertura della vacanza contrattuale dal precedente rinnovo)
    • Dal 1 aprile 2019: + 1,2%

Continua a leggere...»
Pagamento stipendio contanti
Dal 1 luglio 2018 lo stipendio non potrà più essere erogato in contanti ma soltanto con strumenti di pagamento che garantiscono la tranciabilità.

Questa è una delle novità della Legge di Bilancio 2018 che, tra le altre cose, prevede anche sanzioni da 1.000 a 5.000 euro per chi non rispetta lo stop al contante in busta paga.

L'obiettivo di questa tranciabilità dei pagamenti per stipendi e anticipi è quella di garantire il rispetto dei minimi fissati dai contratti collettivi ed evitare così abusi dei datori di lavoro.

Queste nuove regole che prevedono lo stop ai contanti valgono per:
  • i rapporti di lavoro subordinato (indeterminato, determinato, apprendistato, ecc.)
  • le collaborazioni coordinate e continuative
  • i contratti di lavoro delle cooperative


Continua a leggere...»
Ferie non godute
Sta per arrivare il 30 giugno, una data importante perché entro l'avvio dell'estate devono essere utilizzate le ferie maturate nei 18 mesi precedenti.

Facciamo un esempio: entro il 30 giugno 2018 il lavoratore dipendente deve aver fruito delle quattro settimane di ferie maturante nel 2016. Questo dice la legge, pena il pagamento di una sanzione da parte dell'azienda che va da 100 a 600 euro per ogni dipendente per cui non è stata rispettata la regola.

Ci sono quindi due periodi che è importante tenere a mente per le ferie non godute:
  1. Primo periodo: due settimane di ferie devono essere effettuate entro l'anno di maturazione (scadenza 31 dicembre di ogni anno)
  2. Secondo periodo: altre due settimane di ferie devono essere effettuate entro 18 mesi dalla maturazione (vedi esempio sopra, scadenza 30 giugno di ogni anno)

Continua a leggere...»
Aumenti Unionmeccanica Confapi PMI
Dal 1 giugno 2018 scatta la seconda tranche di aumenti prevista dal rinnovo 2017-2020 del CCNL Unionmeccanica Confapi PMI.

Per questa seconda tranche gli incrementi retributivi sono stati determinati dell'indice dei prezzi al consumo Istat (IPCA).

Aumenti retributivi mensili lordi dal 1 giugno 2018
  • 1° livello: 11,7876 euro
  • 2° livello: 13,0180 euro
  • 3° livello: 14,4440 euro
  • 4° livello: 15,0702 euro
  • 5° livello: 16,1431 euro
  • 6° livello: 17,3084 euro
  • 7° livello: 18,5690 euro
  • 8° livello: 20,1935 euro
  • 9° livello: 22,4572 euro

Continua a leggere...»