La malattia nel CCNL Acconciatura ed Estetica

Acconciatura ed Estetica
Per i lavoratori con il CCNL Acconciatura ed Estetica la retribuzione in caso di malattia o infortunio non sul lavoro cambia in base alla sua durata. Difatti, come previsto dal contratto, l'azienda deve integrare a quanto già versato dall'Inps fino al raggiungimento del:

  • 100% della retribuzione in caso di malattia superiore a 8 giorni dal 1° fino al 180° giorno
  • 100% della retribuzione in caso di malattia inferiore o pari a 8 giorni a partire dal 4° giorno fino al al 180° giorno
In poche parole per eventi con prognosi inferiore o pari ad 8 giorni il lavoratore non percepisce retribuzione per i primi tre giorni.

Come per altri contratti, anche per i parrucchieri si deve avvertire il datore di lavoro entro la prima ora del normale orario di lavoro dal primo giorni dell'assenza. Il certificato medico, più precisamente il protocollo, deve invece essere comunicato entro 3 giorni dall'inizio della malattia. 

Per quanto riguarda il periodo di comporto, cioè quello per la conservazione del posto, per i lavoratori non in prova è di:
  • 9 mesi per anzianità fino a 5 anni
  • 12 mesi per anzianità oltre i 5 anni

In caso di malattie suddivise in più assenze, l'arco temporale dei suddetti periodi è di 24 mesi.


[Aggiornamento del 08/02/2018] A seguito del rinnovo 2016-2019 sono cambiate le retribuzioni lorde per i giorni di malattia:

  • per i primi tre giorni prevista indennità del 60%
  • dal 4° al 45° giorno prevista indennità del 75%
L'azienda è tenuta ad indennizzare fino ad un massimo di 45 giorni in un anno di calendario. In caso di patologie documentate sarà l'azienda ad integrare fino al 100% della retribuzione lorda fino ad un massimo di 180 giorni.

, ,



About Fabio

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Commenti

10 Commenti :

  1. sono una parruchia dipendente e lavoro da 9 anni in un negozio..quando sto male dopo il 2 ho 3 giorno porto sempre il certificato medico da cui il mio dottore già gg prima manda il num del protocollo allimps...ma mi accorgo che il mese dopo i giorni di malattia da cui mi sono assentata nn mi vengono retribuiti come mai???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @gesuelina viola: rivolgiti ad un sindacato portando le tue buste paga, non è corretto quello che mi dici.

      Elimina
  2. quindi se un'estetista si assenta per malattia per 2 giorni, questo significa che in busta paga avrà due giorni in meno di entrate?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @anonimo 6 febbraio: praticamente si.

      Elimina
    2. perdonami.. però il ccnl del 2016-2019 non dice questo. Anzi.. per i primi 3 giorni, alle dipendenti non in prova, viene pagato il 60% di quanto le è dovuto per i giorni normali, mentre per quelle in apprendistato viene retribuito il 50%.
      Questo articolo è decisamente da aggiornare perché in molti capitano qui perché è tra i primi risultati e credono di non avere diritto a qualcosa che gli spetta per legge.

      Elimina
    3. Grazie per segnalazione, abbiamo aggiornato il post.

      Elimina
    4. Ad oggi 11 aprile 2018 non mi sono stati pagati i primi tre giorni di malattia. Ho fatto presente al consulente del lavoro quanto letto su questa pagina. Mi è stato risposto che la mia informazione è sbagliata ma che se avessi modo di fornirgli copia del rinnovo contrattuale o qualche circolare lo apprezzerebbe. È possibile avere aiuto in tal senso?

      Elimina
    5. @alessia: dovrebbero avere loro la copia del contratto. noi non l'abbiamo pubblicata, purtroppo non possiamo aiutarti.

      Elimina
  3. sono parrucchiera operaia da 4 anni ci lavoro ,sono in malattia da quasi 6 mesi,cosa succede se li supero?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @anonimo 14 marzo. il tuo periodo di comporto è 9 mesi, non sei. Se superi il periodo di comporto perdi il posto.

      Elimina